• I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta
  • I Ragdoll de' La Piazzetta

Il gatto di razza Ragdoll

il Carattere

Tenero, dolce, garbato, amorevole, equilibrato e soprattutto intelligentissimo, è un micione veramente speciale coi suoi modi gentili, un'innocenza disarmante, candore smisurato e un'espressione angelica. Il Ragdoll instaura un profondo legame affettivo con il suo compagno umano, da cui peraltro dipende totalmente, è perfetto per la vita in appartamento mentre all'esterno va attentamente sorvegliato perchè è ingenuo, fiducioso e non ha forti istinti predatori. Per il suo carattere mite e tollerante, convive in armonia con bambini ed altri animali, è molto presente e giocherellone e costantemente alla ricerca di affetto e carezze. E' un perfetto micio da compagnia, un amico insostituibile e, per le sue innate ed indiscutibili doti di estrema socievolezza e sensibilità, è adatto per programmi di pet-therapy. Il Ragdoll ama il contatto fisico tanto da diventare quasi appiccicoso, è per lui essenziale la nostra presenza, viaggia senza creare problemi e si adatta facilmente ai cambiamenti ambientali.

le Origini

Le origini della razza Ragdoll risalgono alla paziente selezione di un'allevatrice californiana Ann Baker, che, partendo dall'accoppiamento di una gatta comune di color bianco con un maschio simile, sembra al Birmano, ottenne cuccioli particolarmente docili ed affettuosi, caratterizzati dalla totale mancanza di aggressività e dalla capacità di abbandonarsi completamente tra le braccia dei loro padroni. La selezione di queste caratteristiche nelle generazioni che seguirono, diede luogo alla progressiva definizione di questa razza felina, fino ad arrivare al suo riconoscimento ufficiale. Il nome della razza deriva dai termini, in lingua madre, “rag” e “doll”, traducendo in italiano “bambola di pezza”, in quanto manifesta la sua incondizionata fiducia nei nostri confronti diventando molle e morbido proprio come un peluche.

la Struttura

Fisicamente il Ragdoll è massiccio ed imponente, soprattutto il maschio, ed i suoi profondi occhi blu gli conferiscono un aspetto dolce ed al contempo misterioso, tipico della razza. La sua gorgiera, il collare di pelo fitto e lungo che gli cinge il collo, forma una specie di giubbotto di pelo che spesso rimane folto e vaporoso pure nel periodo estivo dopo la muta. Il mantello, soffice e semi-lungo, ha una pigmentazione “colorpoint” con una base chiara ed una colorazione intensa su tutte le punte (muso, orecchie, zampe, coda).

Colorazioni e varietà

Esistono tre varietà di Ragdoll, a seconda della distribuzione del colore bianco. Il “colorpoint” dove non è presente il bianco assoluto presenta la classica colorazione a fondo chiaro con le punte colorate (a motivo siamese). Il “mitted” è molto simile al colorpoint ma presenta guantini bianchi alle zampe anteriori, stivaletti bianchi al quelle posteriori e mento bianco. Il “bicolor” presenta una sorta di V rovesciata bianca sulla mascherina del muso, le zampe, la pancia, il mento e la gorgiera sono bianchi, il corpo chiaro con le altre punte colorate ed il dorso macchiato da zone di colore più intenso. I colori tradizionali del Ragdoll sono il seal (punte marrone scuro), il blu (punte grigio-blu), chocolate (punte marrone chiaro) e lilac (punte grigio chiaro-lilla). Sono quelli che io preferisco e che principalmente riproduco ed allevo. Esistono poi i colori più recentemente inseriti quali il red, il cream, il tortie. Tutti quanti, tradizionali o meno, possono avere un disegno tigrato: in questo caso parliamo di tabby.

Catia Fiumalbi

© 2003-2018 Allevamento Ragdoll "La Piazzetta" di Catia Fiumalbi - Tel. +39 0586 505225 - Cell. +39 335 8302246
Web design a cura di Antitesi.it | Google+
Torna alla pagina iniziale Stampa questa pagina Modifica questa pagina Condividi questa pagina su Facebook
  • English
  • français
  • español (castellano)
  • Deutsch
  • polski